CORONAVIRUS AGGIORNAMENTI 11 MARZO 2020 PUBBLICI ESERCIZI E ATTIVITÀ COMMERCIALI

Pubblicata il 12/03/2020
Dal 31/05/2020 al 31/05/2020

CORONAVIRUS
AGGIORNAMENTI 11 MARZO 2020
PUBBLICI ESERCIZI E ATTIVITÀ COMMERCIALI
Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 le misure di cui all'art. 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020 sono estese all'intero territorio nazionale, efficaci fino al 3 aprile 2020.

Sull'intero territorio nazionale è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1).
· Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro e si assumano protocolli di sicurezza anti contagio. Dove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, dovranno essere adottati strumenti di protezione individuale.
· Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering ontinuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. Restano, altresì, aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.
· Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti) · Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Per le sole attività produttive si raccomanda altresì che siano limitati al massimo gli spostamenti all’interno dei siti e contingentato l’accesso agli spazi comuni.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato CORONAVIRUS - revisone 11 marzo.pdf 42.69 KB
torna all'inizio del contenuto